Nonostante siano ormai passati tre anni dall’ultima edizione, il ricordo del Torneo Internazionale di Judo Tre Torri è ancora molto vivo nei cuori di tanti Judoka italiani e stranieri, lo testimoniano le continue richieste di informazioni, la domanda usuale è: il torneo Tre Torri si rifarà oppure no?

Due anni fa, ci siamo congedati senza peraltro motivarne compiutamente le ragioni, ma i nostri estimatori hanno sicuramente compreso la causa sottesa all’amara ed estrema decisione di interrompere il torneo.

Nel 2010 c’è stata l’ultima edizione del Tre Torri con la promessa di ricominciare dopo i Giochi Olimpici di Londra. Purtroppo non si sono verificate le condizioni che ce lo avrebbero consentito.

Il Tre Torri è un evento che ha raccolto e ancora oggi raccoglie la stima di Judoka di tutto il mondo, una manifestazione che ha toccato le corde più delicate a livello emotivo per la sua atmosfera, per il suo valore tecnico/organizzativo, per la sua storia d’indubbio prestigio.

Il torneo Tre Torri ha avuto la partecipazione di personaggi importanti, di atleti di alto livello sportivo, nomi altisonanti a livello mondiale quali Yasuhiro Yamashita (ospite d’onore nel 1987), Neil Adams (ospite d’Onore nel 1990).

Neil Adams, grande star del Judo del Regno Unito, venti anni più tardi, nel 2010, ci ha onorato ancora con una grande performance confermandosi grande “Showman” del tatami con le sue dimostrazioni spettacolari.

Tra i nomi più blasonati abbiamo il piacere di ricordare Tadahiro Nomura, tre volte Oro Olimpico, Keiji Suzuki Oro Olimpico (+100 kg) Atene 2004, due volte Campione del Mondo, Aurelio Miguel, Jimmy Pedro, Nicolas Gill e molti altri. Se poi vogliamo elencare tra i nomi anche i nostri judoka italiani non possiamo non menzionare Ylenia Scapin e i fratelli Pino e Marco Maddaloni. Di tutti non si possono dimenticare le loro partecipazioni e le loro performance.

Di fronte alle richieste di ricominciare la manifestazione, noi giriamo la domanda al Judo Italiano e Internazionale. Riprendere questo straordinario evento che indubbiamente è un pezzo di storia del Judo, dipende da quanto lo si vuole realmente e da quanto lo si ritiene utile.

Il Tre Torri tornerà, forse, ma il Judo Italiano deve fortemente volerlo.