Yoshiyuki Hirano ci ha coinvolto con una sapiente progressione didattica logica ed intelligente sul tema Ne waza.

Yoshiyuki Hirano a Sarnano 2013

La prima giornata è giunta al termine, nella sessione pomeridiana abbiamo avuto l’onore di assistere alla proposta tecnica e didattica sul tema Ne waza del M° Yoshiyuki Hirano 5° Dan.

Tutto lo staff tecnico giapponese della sesta edizione dell’International Judo Summer Camp di Sarnano proviene dalla famosa Università di Tenri .

Da quanto ci riferisce il M° H. Katanishi, esiste uno spirito di coesione tra judoka più anziani e Judoka più giovani provenienti da questa Università che è stata una fucina di illustri Judoka.

La sezione Judo della Tenri University  è stata fondata dal leggendario Maestro Yasuichi Matsumoto,  famoso rivale del grande Masahiko Kimura nonché vincitore dei Campionati del Giappone nel 1948.

Abbiamo avuto l’onore in passato di collaborare con illustri Judoka della Tenry University come Hiroshi Minatoya  8° dan (2 volte Campione del Mondo).

Sempre da questa prestigiosa Università sono usciti personaggi dello spessore di Isao Okano (2 volte campione del Giappone, Campione del Mondo e Olimpico Tokyo 1964).

Per continuare il grande Shozo Fuji (4 volte Campione del Mondo 1973/75/77/79), Shinji Hosokawa (2 volte campione del Mondo e Campione Olimpico Los Angeles 1984) ed altri Campioni di questa prestigiosa Università.

Un altro nome da sottolineare è il Campione del Mondo Yoshimi Masaki Sensei rivale del grande Yasuhiro Yamashita.

Tra gli ultimi personaggi Tadahiro Nomura (3 volte Campione Olimpico) e Takamasa Anai e tanti altri che non menzioniamo per mancanza di spazio.

Tenri University è dunque una Università che  ha un grande prestigio nel mondo del Judo.

Ciò che ci colpisce è il senso di appartenenza che esiste tra i membri di questa Università come a rafforzare lo stesso spirito di famiglia che tiene uniti i propri membri.

Ma adesso vogliamo parlare dello stage di Sarnano, una giornata indubbiamente piena d’interesse. Yoshiyuki Hirano, ha saputo cogliere l’attenzione degli “Stagiers” di questa prima giornata che ha visto ancora crescere il numero di Judoka sul tatami.

Il Tema è stato Ne waza, Yoshiyuki Hirano ha iniziato con esercizi educativi molto interessanti sulla mobilità al suolo per poi continuare con una sapiente progressione didattica logica ed intelligente fimo ad arrivare a montare il tutto con differenti modi per raggiungere il pieno controllo di Uke  (Hairi Kata) con differenti forme di Osae waza.

La sessione pomeridiana è terminata con un bel randori che ha coinvolto con grande spirito di partecipazione giovani e meno giovani.

Una giornata positiva! Siamo pronti per la seconda prova di domani e siamo curiosi di conoscere ciò che accadrà.